Estel Luz: viaggiare per filosofia e suonare per respirare fino in fondo. Lunedi live a Certaldo


L'incontro di un restauratore d'arte piemontese amante della black music con un'insegnante di yoga colombiana è stato l'inizio di una bellissima storia, quella che sarebbe venuta fuori anni dopo, inconsapevolmente.

Un cuore che batte in funzione della sua musica e della sua arte, alla ricerca della propria essenza, con sacrificio e duro lavoro perché non si smette mai di imparare. Lei è Estel Luz.

"Viaggiare" rappresenta la sua filosofia: la vita di una giovane donna cresciuta con la danza e la musica.


Iniza a suonare in tenera eta’ con il fratello Adam ma solo al compimento del ventesimo anno inizia lo sviluppo cosciente delle proprie abilita’ musicali, iniziando a suonare e scrivere brani con la band sub reggae Dotvibes.

I numerosi viaggi in Europa e in Brasile aprono nuovi orizzonti creativi e tra le collaborazioni con Dotvibes e altri collettivi musicali Estel ha la possibilita’ di portare la propria voce non solo nella penisola italiana ma anche in Polonia e al famoso Big Chill Festiva (UK) nel 2011.

Dal 2010 al 2012 lavora come resident vocalist presso il Puddhu Bar a Torino, aprendo i set di numerosi produttori e della scena underground D’n’B e Dubstep. (Dbridge, Blu Mar Ten, Jkenzo, Jack Sparrow, Commix and Logistics, DJ Storm).

Poco dopo inizia un progetto chiamato Estel Luz Acoustic Session con il quale

presso il Jazz Refound Festival (2012-2013) aprira’ i live act di artisti di rilievo come Andreya Triana voce di Black Sands (Bonobo,Ninja Tune).

Nel 2014 esce il primo ep solista della cantante, Light Blue, su Soundcloud.

Entro la fine’ del 2016 in uscita Angels, primo full lenght della cantante, prodotto da Eugenio Mazzetto.



Suonerà live lunedi 25 Aprile al GARIBALDI 11 SPEAKEASY dalle 19.30

(Via Borgo Garibaldi 11 Certaldo)






Featured Posts
Recent Posts