Tutto quello che è successo ieri al WorldRefugeeDayLive alle Cascine.


Si sono riuniti tanti dei più grandi, esponendosi mediaticamente e attraverso la propria musica per urlare il bisogno di aiuto di popolazioni in grande difficoltà umanitaria.

Si sono cantate canzoni, presentato documentari (Alessandro Gasmann regista di un lavoro che presenterà ai vari festival cinematografici, dove si segue passo passo la vita di artisti siriani, rifugiati nei loro stessi paesi per l'inesistente tolleranza alla libertà di pensiero e di espressione nelle sue più alte forme). C'è stato chi ha parlato in prima persona della propria esperienza, ragazzi che scappano dalla propria terra per ricongiungersi con la propria famiglia sparsa qua e la' per il mondo.

Ecco che allora artisti sensibili alla causa come Elisa, Enrico Ruggeri, Piero Pelù, Brunori Sas, la Bandabardò e tanti altri hanno messo la propria facciona davanti ai quasi 5000 che hanno fatto tremare l'Ippodromo, per dire la propria, per sensibilizzare chi ancora non ha capito che dagli errori del passato di deve imparare e non speculare.

Simpatici risvolti politici hanno fatto capolino, con l'irriverente intervento di Piero Pelù e la maglietta dei "Nemici di Salvini" del Piotta, immancabile contestatore di politica bigotta e conservatrice.

In generale una serata all'insegna della buona musica, dei valori più nobili, della beneficenza; dove si è sorriso e si è "zumpato" per il solo pompare della cassa e per le distorsioni delle chitarre elettriche.

Un bel #WorldRefugeeDayLive.. speriamo a questo punto nei buoni risvolti di questa importante manifestazione.

A breve Foto e Video :)

deepmybeat


Featured Posts
Recent Posts

© 2023 by PlayPlay. Proudly created with Wix.com