Sollicciano Prison Blues

Il 13 Genna

E’ la prima volta di un concerto rock in una prigione, ed infatti in tanti, compresa la sua casa discografica, non sono affatto d'accordo.

Ma questo è un evento a cui Johnny tiene moltissimo: nei detenuti forse riesce a vedere un po’ di se stesso ed è con loro che decide di condividere un po' del suo mondo interiore.

Cash riesce a stabilire con i detenuti un flusso comunicativo ed emozionale in grado di farli sentire tutti parte di un qualcosa, forse con i suoi brani e le storie di cui parla, riesce a far riemergere ferite, in certi casi cicatrizzate, ma non dimenticate.

La raccolta "At Folsom Prison", rappresenta forse la migliore musica scritta da Johnny Cash semplicemente perché è la fotografia dell’artista; lo rappresenta in ogni sua più intima sfaccettatura. Forse è il disco che ritrae più di qualsiasi altro, i riflessi della personalità del "man in black" dell’Arkansas, rendendo questo album una delle bombe discografiche più vendute della sotria del Rock and Roll.

A distanza di anni, Sollicciano ospiterà, per questa Notte Bianca, quello che fu lo storico concerto di Cash; lo scopo è lo stesso, unire detenuti e cittadini in un momento di svago e sensibilizzare ancor di più l'opinione pubblica sulle questioni relative alla vita in carcere.

Sul palco, il cantautore Massimiliano Larocca, che vanta numerosi album all'attivo e diverse collaborazioni con Hugo Race e Massimo Bubola, insieme ai detenuti che seguono corsi di musica durante la loro reclusione.

Ad accompagnarlo, dalla Romagna, ci saranno i Sacri Cuori che come Larocca non nuovi a progetti a sfondo sociale.


Featured Posts
Recent Posts